Registrati         |

   |

X

Secure Customer Login

Forgot your password?
1
13 Settembre, 2019     6 min read

È ora di mettere ordine in casa? 11 segni indicano che il caos dei dati sta portando scompiglio nel tuo brand di home design e arredo per la casa.

I brand di home design e arredi sono sottoposti alla pressione di dover lanciare sul mercato una maggior varietà di prodotti di tendenza, tramite diversi canali, alla velocità della luce e tenere il passo con la concorrenza proprio come i brand di moda e abbigliamento.

Ma come possono le aziende di home design e arredi riuscire a lanciare i prodotti sul mercato velocemente e, allo stesso tempo, contenere la crescente complessità in tutto il ciclo di vita del prodotto? Molte di loro, per centralizzare tutte le informazioni sui prodotti in un unico spazio digitale condiviso dall’intera azienda e accessibile in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, ricorrono alle soluzioni innovative PLM (Product Lifecycle Management) di Centric Software per home design.

Qui di seguito, 11 inequivocabili segnali che indicano che è necessario riordinare i dati fuori controllo con soluzioni PLM per home design e arredi per riuscire a mantenere il proprio vantaggio competitivo.

1.  Ancora una volta non riesci a trovare l’e-mail che stai cercando…

Sai benissimo quale e-mail stai cercando, è quella ricevuta la scorsa settimana da quel fornitore che chiedeva qualcosa sulla disponibilità della pelle. Qual era il nome del tuo contatto? Mario? Michele? Meglio fare una ricerca… no, proprio niente. Ok, non rimane che scorrere le centinaia di e-mail della scorsa settimana. Era mercoledì scorso? Apri la posta elettronica e provi la netta sensazione di camminare su un terreno fangoso? Questo è un chiaro ed evidente segno che non riesci più a gestire le informazioni. È il segnale che è arrivato il momento di cambiare.

2.  Potresti vincere il trofeo di copia e incolla dell’anno

Un momento! Ma lavorare nel settore dell’home design e degli arredi non doveva essere divertente e creativo? Ad oggi, però, ciò che puoi aggiungere al tuo curriculum è ‘Esperto di copia/incolla’. Il problema con l’inserimento manuale dei dati è che, oltre a essere ripetitivo, richiede anche tanta concentrazione… oppure quella piccola svista dovuta al copia/incolla causerà grossi problemi quando il team di sourcing realizzerà che è stato richiesto un set da scrittoio in peltro anziché cromato. Ops…

3. Come faccio a emettere di nuovo l’ordine?

Sai che Jennifer solitamente compila i moduli d’ordine con le SKU, ma questa settimana non è in ufficio, quindi ti rivolgi al suo assistente sperando che conosca la tecnica usata da Jennifer. Purtroppo, Jennifer non gli hai mai mostrato come fare. Se le informazioni sono così inaccessibili perchè conservate solo nella testa o negli appunti scarabocchiati e chiusi in un cassetto della scrivania dei tuoi colleghi, anziché in un sistema centralizzato, hai la ricetta vincente per lavori fatti a metà, ritardi ed errori!

4. I fogli di calcolo ti fanno impazzire… e ti richiedono un nuovo paio di occhiali?

Sei assalito da incubi notturni con sciami di quadratini verdi che volano verso di te o ti perdi all’interno di un labirinto di righe e colonne? Ok, forse non è proprio così, ma capita sovente in aziende come la tua di finire per dover gestire, ogni stagione, centinaia di fogli di calcolo diversi, spesso in presenza di più collezioni in sviluppo nello stesso momento. Qual è il più aggiornato? Dove si trova quello con le informazioni sui costi più recenti? Se vivi in un mare di fogli di calcolo, sai perfettamente quanto sia penoso cercare l’informazione giusta in una miriade di fogli, sperando che nel frattempo non sia stata aggiornata da altri.

5. Il gioco di ‘trova la giusta combinazione’ non è divertente.

Trascorrere ore e ore progettando meticolosamente accessori di home design e comlementi d’arredo che migliorano l’aspetto di una stanza è ciò che sai fare meglio… ma cosa succede quando è necessario cambiare la finitura o il tessuto per un problema di costo o disponibilità del fornitore e quel pezzo risulta non essere più in linea con la collezione e quindi viene spostato in un’altra collezione o viene eliminato del tutto? Cosa succede quando si sviluppano centinaia e migliaia di prodotti con design, colori o finiture che cambiano ogni anno e si deve tenere traccia di tutte le modifiche? Passi ore e ore a giocare a un gioco senza fine di combinazioni e associazioni… e ti sembra di non arrivare mai a un risultato.

6. I tuoi dati di prodotto non hanno una casa

Sei seduto alla tua scrivania a pensare quanto sarebbe utile avere subito dal team della logistica i dati sui costi di spedizione, visto che quel report sui costi sarebbe dovuto arrivare ieri e ora te lo stanno chiedendo forsennatamente. Peccato che tutti i dati si trovino nel sistema offline… quindi devi aspettare finché qualcuno avrà un attimo per cercarli e inviarteli. Quando le informazioni sono disseminate all’interno di diversi silos, online e offline, è facile finire in un collo di bottiglia da cui non si riesce a uscire. Tutto questo è estremamente frustrante!

7. Il convertitore di valute di Google è il tuo nuovo migliore amico

Calcolare il costo dei prodotti con materiali provenienti da Thailandia, Italia e Cina, destinati ai vostri negozi a Seattle, Manchester, Città del Capo, Tokyo e ai vostri canali di e‑commerce, ti fa saltare da una finestra all’altra delle 10 aperte sul tuo laptop, e in almeno altrettanti fogli di calcolo, per convertire tutto in dollari americani e… il Baht è in Thailandia e il Wong in Cina o no, quella è la Corea, e… in Turchia si usa l’Euro? Calcolare i costi e i prezzi a mano e registrarli tutti in fogli di calcolo che domani saranno obsoleti è un’attività lunga e noiosa… nient’altro che un lavoro duro e stressante.

8. Riunioni, riunioni e altre riunioni… ancora un’altra riunione?!

Riunioni per capire qual è il foglio di lavoro più aggiornato… riunioni sull’incontro a cui non erano presenti alcune persone… se c’è una cosa che la maggior parte delle persone vuole evitare a tutti i costi è un’altra riunione! Ma quando nessuno sa con certezza se si è alla versione 6 o alla versione 7, quando ognuno ha la propria versione personale della ‘verità dei dati’, che è certo sia la versione più recente nascosta nella propria cartella documenti, le riunioni diventano inevitabili. Un calendario pieno di riunioni è un chiaro segno che stai perdendo la tua battaglia con il mostro dei dati.

9. Sei così stanco da sembrare apprna uscito dall’ultimo film di successo sugli zombie

Se torni a casa dal lavoro stanco, stressato e sopraffatto, il sovraccarico di dati potrebbe essere il tuo problema. Trascorri le tue giornate alla ricerca di quella preziosa informazione di cui hai bisogno in un mare di fogli di calcolo e messaggi e-mail e ad assillare i tuoi colleghi per avere gli ultimi dettagli aggiornati… anche se sai che anche loro stanno lavorando duramente tanto quanto te. Non c’è da stupirsi che tu sia stanco! Assumere il controllo dei tuoi dati potrebbe essere la cosa migliore da fare per il tuo benessere sul posto di lavoro.

10. In realtà il mare non è pieno di pesci

Hai già provato questa sensazione… un giovane, nuovo designer con incredibili idee creative è pronto a firmare il contratto per ricoprire il ruolo di cui hai bisogno. Sai che rappresenta un’ottima opportunità per lui e il tuo team di progettazione… ma le cose cambiano nel momento in cui, immediatamente prima di firmare il contratto, il candidato incontra il team. Il giovane designer rifiuta l’offerta dicendo che sta per accettare un lavoro presso un tuo concorrente, poiché ricercare dati e passare tutto il tempo sui fogli di calcolo, anziché dare sfogo alla propria creatività, non è quello a cui ambisce… e tu professionalmente ti senti a pezzi perché hai perso un altro candidato a causa della scarsa organizzazione dei vostri dati.

11. Aggiorna e ri-aggiorna la posta… ma funziona ?

Ah quel ragazzo del sourcing! Non invia mai per tempo i dettagli che chiedi e inizi seriamente a domandarti se la tua e-mail funziona! È probabile che tu non sia il solo ad avere problemi di comunicazione con i colleghi… e anche loro potrebbero avere lo stesso problema con te. Sai che tutti fanno del loro meglio sul lavoro, ma andare a caccia di informazioni e non riuscire a raggiungere gli obiettivi prima o poi ti metterà nei guai. Sapere che tu e i tuoi colleghi siete sulla stessa barca ti fa sentire meglio e cercate di remare tutti insieme sperando di non affondare.

Per saperne di più Scopri come le soluzioni PLM di Centric Software per home design e arredi ti consentiranno di riordinare i dati e uscire dal caos e richiedi una demo.

Share this article