Registrati         |

   |

X

Secure Customer Login

Forgot your password?
1
30 gennaio, 2019

3 motivi per cui i brand del lusso scelgono il PLM

Nell’era digitale, i brand del lusso devono confrontarsi con un mondo completamente nuovo. I consumatori hanno sempre più scelta e si aspettano un’agevole esperienza d’acquisto online e offline. I tempi medi di commercializzazione diventano sempre più veloci.

I marchi del lusso, che da sempre fanno di qualità ed esclusività i loro punti di forza, a volte sono diffidenti nei confronti di tecnologie che potrebbero compromettere il loro patrimonio storico. Ciononostante, un numero crescente di brand del lusso ha scoperto che le moderne soluzioni PLM (Product Lifecycle Management) possono trasformare digitalmente le loro aziende, lasciando al contempo più spazio a creatività e artigianalità nel contesto di un mercato in rapida evoluzione.

Quali sono i motivi principali per cui brand del lusso si affidano al PLM?

 1. Il PLM è una base per la trasformazione digitale

Le innovative soluzioni PLM gestiscono ogni aspetto del design, dello sviluppo e della distribuzione dei prodotti in un sistema aggiornato in tempo reale e centralmente accessibile, rendendo più facile per i team collaborare a livello globale, senza problemi di fusi orari o informazioni errate. La giusta soluzione PLM può supportare i brand del lusso in una trasformazione digitale totale, aiutandoli a passare a operazioni più veloci e più snelle, salvaguardando al tempo stesso i valori, la tradizione e la qualità del marchio.

Risparmiare tempo e ottimizzare il processo di progettazione e sviluppo del prodotto libera i brand del lusso da noiosi compiti amministrativi; in questo modo i team possono dedicare più tempo ad attività a valore aggiunto, come il design innovativo, lo sviluppo della collezione, la realizzazione dei modelli, il sourcing dei tessuti, il controllo qualità e la valutazione dei costi. Gli strumenti digitali non devono eliminare metodi tradizionali di design e produzione – devono, invece, agevolare la sopravvivenza dell’artigianalità specifica di un marchio.

 

2. È più facile bilanciare creatività e commercio

Articoli originali ed esclusivi sono fondamentali per i brand del lusso e ci si aspetta che prodotti di qualità abbiano prezzi molto alti, tuttavia le aziende, per mantenere i profitti, devono gestire con attenzione il costo delle merci vendute. D’altro canto, diluire il DNA di un marchio con materiali a basso costo ne minaccia lo status di brand di lusso e rischia di renderne i prodotti poco appetibili a una clientela esigente e ambiziosa.

Per mantenere l’esclusività nell’era digitale, i marchi del lusso che hanno grande successo utilizzano soluzioni PLM per bilanciare la disponibilità di prodotti entry-level con prodotti iconici ed esclusivi (o a tempo limitato). Report dettagliati, solide funzionalità di merchandise planning e la capacità di integrazione con altri sistemi aziendali quali ERP e POS, supportano il processo decisionale strategico con dati accurati e aggiornati e una migliore visibilità.

Le tendenze dei consumatori si stanno allontanando dai concetti tradizionali che hanno definito il lusso, quali ricchezza e esclusività, per spostarsi verso nuovi valori quali atemporalità, individualità e sostenibilità. Per stare al passo con le aspettative dei consumatori, i brand del lusso devono dare la priorità a innovazione e problem-solving creativo.

Creare prodotti che siano innovativi oltre che belli richiede tempo e grande attenzione ai dettagli. Eliminare o ridurre il tempo impiegato per l’inserimento dei dati e per altri compiti ripetitivi libera tempo che può essere dedicato all’elaborazione creativa e all’R&S tecnico. Le soluzioni PLM ottimizzano il design, lo sviluppo, la produzione e il retail, così che i marchi di lusso possano offrire le qualità che i clienti trovano maggiormente attraenti nei prodotti di lusso.

 

3. Il PLM crea trasparenza nella supply chain

Il PLM aiuta i marchi a garantire che la qualità dei prodotti finiti sia costante e conforme allo standard associato ai marchi di lusso. Dettagli del fornitore, verifiche qualitative e di conformità e persino provenienza di fabbricazione possono essere gestiti e tracciati centralmente per eliminare le informazioni isolate. Alcuni marchi collegano produttori e fornitori al sistema per una comunicazione e una gestione del processo produttivo ancora più strettamente integrate.

I marchi del lusso che seguono il trend del “reshoring” e il ripristino della produzione nei paesi di origine per rafforzare il proprio patrimonio storico, hanno un’opportunità unica per rinnovare la tecnologia impiegata nella gestione delle supply chain. Supply chain più corte e più strettamente integrate possono diventare ancora più efficienti con soluzioni PLM che collegano pienamente la comunicazione con i fornitori, la campionatura e il controllo della qualità con il resto del ciclo di vita del prodotto.

I brand del lusso devono essere agili e innovativi per guadagnarsi i favori del nuovo consumatore di beni di lusso, e preservare al tempo stesso la tradizionale maestria, la qualità e l’attenzione al dettaglio, che rendono i loro prodotti desiderabili. Le soluzioni PLM offrono una base digitale che crea efficienze in ogni aspetto dell’intero ciclo di vita del prodotto, liberando tempo e risorse da dedicare a piani a lungo termine e a perfezionare gli elementi creativi e di tradizione che rendono i brand del lusso così attraenti.

I brand del lusso stanno abbracciando la rivoluzione tecnologica. Marchi come Louis Vuitton, Michael Kors e Nina Ricci hanno collaborato con Centric Software, scegliendo una soluzione PLM che integra le best practice del settore della moda con tecnologia moderna e mobile. I principali brand del lusso stanno usando il PLM per entrare con fiducia nel futuro rimanendo al tempo stesso legati alla propria specifica tradizione.

Vuoi saperne di più?

RICHIEDI UNA DEMO

Share this article