California

655 Campbell Technology Parkway,
Suite 200
Campbell, CA 95008 USA

Phone: +1 408 574 7802
Fax: 1 408 377 3002

ARTICOLI

Che cosa sono la gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM) e il software PLM?

1 MINUTI DI LETTURA
TwitterFacebookLinkedInWhatsApp

La gestione del ciclo di vita del prodotto, più comunemente nota con l’acronimo PLM, è il processo strategico con cui viene gestito il ciclo di vita di un prodotto, dall’ideazione allo sviluppo, dalla vendita al fine vita. Il PLM promuove un modello di business ecologico ed etico attraverso l’ottimizzazione della produzione, la riduzione degli errori e una collaborazione efficace, che in ultima analisi portano risparmi di tempo e denaro. Dunque, una strategia vitale per tutte le aziende di largo consumo che operano in tutto il mondo.

Sostanzialmente, qualsiasi azienda che realizza più prodotti contemporaneamente, con addetti che collaborano dislocati in diversi uffici, Paesi e fusi orari, utilizza in qualche modo un processo di gestione del ciclo di vita dei prodotti.

Oggi, la definizione “gestione del ciclo di vita del prodotto” si riferisce solitamente al software, cioè all’infrastruttura tecnologica che guida tutte le attività relative al prodotto, dalla concezione alla vendita al dettaglio.

Che cos’è il software PLM?

Il software per la gestione del ciclo di vita del prodotto, o PLM, è una soluzione per lo sviluppo del prodotto a 360 gradi che consente alle aziende di potenziare l’innovazione, modernizzare l’attività, snellire lo sviluppo dei prodotti e favorire la collaborazione. Il software PLM rappresenta la “versione unica della verità” per i dati di prodotto in tempo reale, collegando persone, prodotti e attività di sviluppo lungo tutto il ciclo di vita del prodotto per consentire di sviluppare i prodotti su un’unica piattaforma.

Con l’evoluzione delle richieste dei consumatori e dei mercati, il software PLM si è adeguato per rispondere alle esigenze delle imprese che devono gestire lo sviluppo di prodotti e la crescita aziendale. Oggi le soluzioni PLM moderne sono strumenti più agili che hanno rimpiazzato precedenti soluzioni on-premise.

Che cos’è un moderno sistema PLM?

Un sistema moderno per la gestione del ciclo di vita del prodotto è basato sul cloud, completamente configurabile e facilmente accessibile da qualsiasi luogo, tramite PC, laptop o dispositivo mobile.

Il software PLM in cloud aggiorna automaticamente le modifiche ai prodotti, lo stato di avanzamento e le norme di conformità specifiche per ogni settore industriale, in tempo reale. Questo significa che le aziende non hanno più bisogno di un reparto IT per gestire aggiornamenti e integrazioni, liberando tempo che i loro team possono impiegare per ciò che sanno fare meglio: creare prodotti.

Il software PLM in cloud porta efficienza nel velocizzare il lancio di prodotti sul mercato e nel tracciare dati e processi per ottenere margini più ampi sui prodotti, tutto questo operando in cloud.

Quali sono i vantaggi del software PLM?

Implementare le giuste tecnologie è fondamentale per consentire alla più svariate tipologie di aziende di reagire alle fluttuazioni del mercato, non solo per ripartire con successo, ma anche per prosperare nel nuovo contesto. Molti marchi stanno rivoluzionando il modo in cui ideano, producono e vendono prodotti, adottando uno strumento come il software PLM che funge da infrastruttura digitale per mettere a frutto tre fattori chiave:

  1. Agilità
  2. Efficienza
  3. Innovazione

Il software PLM offre l’agilità richiesta per gestire la complessità, per modulare la crescita come necessario e per rispondere alle richieste dei consumatori, consentendo inoltre di adattarsi velocemente in caso di cambiamenti imprevisti. Il PLM assicura inoltre la tracciabilità dei prodotti, velocizzandone lo sviluppo grazie a un’efficace collaborazione fra addetti che operano in diversi uffici, Paesi, aree linguistiche e fusi orari, con l’eliminazione di errori dovuti a una comunicazione inadeguata. Il software PLM favorisce inoltre l’innovazione, poiché i dati dei consumatori raccolti in tempo reale possono essere integrati nella soluzione per sviluppare nuovi prodotti.

Quando abbiamo creato il nostro primo tech pack, tutti erano molto fieri di quello che avevamo realizzato.

Approfondiamo i vantaggi chiave del PLM:

  • Riduzione degli errori: tenere traccia di tutte le informazioni di prodotto diventa difficile con sistemi come Excel, posta elettronica, Dropbox, server e PowerPoint, che inevitabilmente sfociano nel caos. L’utilizzo di un PLM favorisce la visibilità del flusso di lavoro su tutti i dati relativi al prodotto eliminando la duplicazione del lavoro, riduce il numero di e-mail, riunioni e telefonate, così come il tempo dedicato alla ricerca e all’aggiornamento delle informazioni.
  • Collaborazione e comunicazione migliorate: con team interni e partner esterni sparsi in tutto il mondo, le funzionalità per la gestione di dati e flussi di lavoro in tempo reale sono essenziali. Il PLM consente ai collaboratori di intervenire in modo puntuale e di supportare integrazioni con database esterni per creare un’unica “fonte della verità”. Mantenere un’unica fonte di dati fattuali in tempo reale contribuisce ad aumentare l’efficienza lavorativa, le percentuali di successo dei lanci di prodotto e i risultati di vendita.
  • Miglioramento dei processi decisionali strategici: investire in tecnologia e aumentare l’efficienza consente ai team di innovare e creare, perseguendo al tempo stesso gli obiettivi aziendali comuni. Mentre i team possono concentrarsi su attività a valore aggiunto come incanalare i loro sforzi nella realizzazione di prodotti ad alta qualità, il PLM diventa più di una semplice piattaforma software: è un passaggio chiave per la trasformazione digitale dell’azienda e le strategie di go-to-market.
  • Accelerazione del time-to-market: il PLM dà accesso a informazioni dettagliate sui prodotti che semplificano i processi operativi, promuovono la collaborazione lungo la supply chain e migliorano le capacità decisionali, oltre a supportare applicazioni innovative come i processi di revisione in 3D, aiutando le aziende a portare i prodotti sul mercato più velocemente. Grazie a questa visibilità le aziende possono individuare rischi che comportano spreco di tempo e costi elevati, intervenendo di conseguenza per garantire la continuità del flusso di prodotti.
  • Incremento dei ricavi e miglioramento della qualità del prodotto: il software PLM consente alle aziende di valutare in modo veloce e preciso le relazioni fra le variazioni di costi, profitti e prezzi, in base agli obiettivi di vendita fissati. I fornitori possono essere inseriti nel processo di collaborazione della supply chain in una fase più precoce, consentendo di gestire gli approvvigionamenti globali in modo unificato per definire il piano di approvvigionamenti migliore e, quindi, aumentare la redditività dei prodotti.
  • …e addetti molto più soddisfatti!

Chi usa gli strumenti PLM?

Settori industriali: i sistemi PLM sono soluzioni avanzate per realtà come aziende retail, grandi marchi, DTC (Direct to Consumer), produttori e fabbricanti che devono gestire le complessità della progettazione e della produzione, affrontare la globalizzazione e accelerare lo sviluppo e lo spostamento di merci! Con l’avvento di una “nuova normalità” caratterizzata da livelli di smart working senza precedenti, le aziende hanno bisogno di uno strumento che favorisca la collaborazione fra dipendenti interni e partner esterni, indipendentemente dalla loro dislocazione geografica. Investendo nel giusto strumento PLM, le aziende potranno avere il controllo del loro futuro.

La gamma di settori industriali e aziende che sfruttano il PLM per una produzione agile è molto variegata. Secondo il rapporto 2019 PLM Market Industry Analysis, i settori industriali che usano strumenti PLM sono:

  • aerospaziale e difesa
  • industria automobilistica e dei trasporti in generale
  • elettronica e high-tech (elettronica, high-tech, dispositivi tecnologici di largo consumo, semiconduttori, telefonia, satelliti, dispositivi elettromeccanici e medicali)
  • fabbricazione e assemblaggio (macchinari industriali e apparecchiature pesanti, prodotti di largo consumo, elettrodomestici, altre merci discrete, commercio al dettaglio, calzature e abbigliamento)
  • processo/consumabili (farmaceutico, prodotti confezionati, inclusi cibi e bevande)
  • chimica di processo e di base
  • servizi di pubblica utilità
  • CIS (costruzioni, infrastrutture, cantieristica navale)
  • altri (finanze e investimenti, assicurazioni e servizi)

Team interni: ogni team, reparto e funzione a tutti i livelli dell’azienda trae beneficio da un sistema PLM. Il software centralizzato snellisce e agevola i processi chiave in tutta l’azienda, consentendo a tutto il personale di condividere e ottenere dati di prodotto in tempo reale. Il PLM consente di portare una varietà più ampia di prodotti su più mercati e più canali, più velocemente. In questo modo si aumenta l’efficienza della collaborazione interna ed esterna e si accelerano i lanci di prodotti, riducendo al tempo stesso i costi. Non sorprende quindi che lo strumento PLM stia diventando uno dei “pilastri” delle aziende in tutti i settori.

Team esterni: il PLM promuove anche una collaborazione solida e sicura con fornitori, fabbriche e altri soggetti esterni come agenti e liberi professionisti. SI possono condividere le informazioni essenziali con facilità e i fornitori possono provvedere all’inserimento di dati, togliendo questa incombenza all’azienda.

Funzionalità e casi d’uso del PLM

Un sistema PLM offre un ricco pacchetto di funzionalità e casi d’uso a supporto del processo produttivo. Riportiamo di seguito un breve elenco di casi d’uso.

Uno strumento PLM consente di progettare in tempo reale aggiungendo contemporaneamente nuovi dati al sistema. Questo processo velocizza il time-to-market, perché il prodotto finale è allineato alle informazioni approfondite e dettagliate acquisite dai consumatori. A sua volta, questo determina un incremento rilevante dei ricavi, favorisce l’innovazione e agevola il tracciamento dei comportamenti dei consumatori.

La gestione del portafoglio prodotti è un processo continuo guidato dai dati che consente ad aziende di commercio al dettaglio e produzione di decidere quali prodotti mantenere e quali scartare, se aumentare o diminuire i costi, e se servono aggiornamenti per soddisfare le richieste dei consumatori. Con strumenti PLM adeguati, le aziende possono ottimizzare efficacemente i portafogli di prodotti su larga scala, grazie alla piena visibilità e a una visione completa dell’intero processo di sviluppo dei prodotti.

La distinta base (BOM) è un elenco dei componenti necessari per realizzare un prodotto ed è uno degli elementi chiave di una soluzione PLM. Integrando le distinte in uno strumento PLM, le aziende possono collaborare dalla fase iniziale di ideazione del prodotto fino alla produzione, collegando in tempo reale i dettagli degli approvvigionamenti, le informazioni di produzione, le norme di conformità e così via. In questo modo si riduce il rischio di errori, si aumenta l’efficienza, si diminuiscono i costi legati agli sprechi e si accelera il time-to-market.

La progettazione su commessa (ETO) richiede un processo collaborativo, poiché le indicazioni del cliente sono fondamentali per i requisiti del prodotto. Uno strumento PLM per progetti ETO offre una soluzione che consente di condividere le informazioni di prodotto con il reparto vendite, l’ufficio tecnico e il team operativo. Quest’unica fonte della verità offre a soggetti interni ed esterni l’accesso a tendenze di consumo, dati di mercato e analisi della soddisfazione dei clienti, tutti elementi chiave per il successo di un prodotto.

I dati raccolti da addetti interni, fornitori, produttori e consumatori possono quindi essere sfruttati per accorciare i tempi con cui i prodotti arrivano ai consumatori con i prezzi più efficaci. Tutto questo si traduce in fidelizzazione dei consumatori ed efficienza dei dipendenti e dello sviluppo di prodotti.

La collaborazione in tempo reale è la strategia principale su cui le aziende puntano per affrontare le problematiche di approvvigionamento, ad esempio le questioni normative. Alle aziende serve uno strumento per gestire facilmente la conformità, le revisioni delle fabbriche, la conformità dei fornitori, i punteggi dei fornitori e il controllo di qualità. Un sistema PLM consente alle aziende di essere sempre aggiornate.

Con l’adozione di nuovi modelli di business e la crescente globalizzazione delle aziende, la strategia di gestione della supply chain si è evoluta di conseguenza. Con uno strumento PLM, il processo della supply chain può essere snellito consentendo alle aziende di gestire ogni componente del processo stesso per soddisfare le esigenze degli acquirenti e i requisiti normativi. Tutto questo si traduce in prodotti di qualità superiore e time-to-market più veloce.

Un sistema PLM può contribuire ad accelerare il time-to-market, abbassando al tempo stesso i costi grazie alla sua natura collaborativa. La tracciabilità in tempo reale durante il processo di produzione consente ai team interni e ai partner esterni di seguire il flusso di lavoro corretto.

La fase successiva alla fabbricazione di un prodotto viene detta “gestione delle informazioni di prodotto” (PIM, Product Information Management). Uno strumento PLM consente l’integrazione con un sistema PIM per fornire informazioni su distribuzione e servizi che possono essere distribuiti ai soggetti interessati. Il PLM offre una soluzione efficace per comunicare i dati di prodotto più precisi in modo puntuale, per portare il prodotto dalla progettazione al mercato.

Produttori e fabbricanti devono avere accesso a ogni minimo dettaglio necessario per lo sviluppo dei prodotti. Il software per la formulazione dei prodotti fornisce una roadmap ricca di dati, con informazioni su materie prime e ricette, documentazione di ricerca e sviluppo, testi normativi e attività di produzione. Integrato con un sistema PLM, questo software aiuta a migliorare il processo di formulazione, consolidare la conformità normativa, avere piena tracciabilità delle materie prime, aumentare i margini e sostenere la futura innovazione di prodotto.

Quali settori industriali usano il PLM di Centric?

Marchi e aziende di commercio al dettaglio sono da sempre i principali utilizzatori del software Centric PLM™. Tuttavia, altri settori industriali hanno adottato questo sistema per gestire informazioni di prodotto simili e per snellire le attività operative digitalizzando i loro processi. Oggi, con oltre 500 aziende che gestiscono più di 2000 marchi diversi, le soluzioni di Centric sono impiegate dalle realtà più innovative al mondo, affiancate a best practice di settore e tecnologie moderne come 3D, app mobili, digital board, intelligenza artificiale e altre ancora.

Attualmente il PLM di Centric viene utilizzato nei seguenti settori:

Centric Software offre una soluzione in cloud completamente SaaS, robusta e completa, che copre tutti gli aspetti dello sviluppo dei prodotti, consentendo ai team di fare innovazione ovunque si trovino e di reperire le informazioni di cui hanno bisogno, operando indifferentemente da un PC o da un dispositivo mobile. Le innovative soluzioni mobili di Centric consentono di acquisire informazioni che sono fuori dalla portata dei sistemi tradizionali, promuovendo l’innovazione con una reattività in tempo reale.

Il PLM in cloud di Centric offre l’esclusiva modalità di implementazione Agile Deployment℠ che mette a disposizione una soluzione altamente configurabile, con un’interfaccia intuitiva che può essere configurata per diversi ruoli o strutturata in base agli obiettivi specifici di ogni azienda, assicurando il time-to-value più rapido possibile.

Centric PLM ha agevolato la trasformazione digitale di molte aziende, snellendo le attività operative e favorendo maggiori efficienze per accelerare il time-to-market. Nonostante i dati specifici gestiti in ogni settore industriale siano diversi, l’obiettivo è lo stesso: portare i prodotti giusti sul mercato puntualmente, al prezzo giusto e con la migliore qualità.