27 Aprile, 2022     6 min read

Lo sviluppo di nuovi prodotti nel settore dell’elettronica di consumo continua a evolversi con il PLM

L’elettronica di consumo è un settore guidato dall’innovazione, dove lo sviluppo di nuovi prodotti è il motore della crescita. Molti prodotti di consumo richiedono innovazione ma, per un marchio di elettronica di consumo, la sopravvivenza stessa dipende dalla capacità di innovare velocemente e di spingere la tecnologia nella giusta direzione, in base agli interessi dei consumatori e alle tendenze del mercato.

Ogni marchio di elettronica di consumo ha una sua idea di innovazione e di come questa si traduce nelle scelte del marchio stesso. Variabili come le dimensioni dell’azienda e l’ambito in cui opera possono influire sul modo in cui ogni azienda misura l’innovazione. L’innovazione potrebbe essere definita come la capacità di adattarsi velocemente ai cambiamenti interni al mercato, ad esempio, oppure potrebbe essere misurata in base alla capacità di posizionarsi come azienda che detta le mode (trendsetter). Per altri, l’innovazione può non essere associata direttamente a nuove tecnologie o alla capacità di arrivare per primi sul mercato; potrebbe trattarsi invece della capacità di aumentare i volumi o introdurre un prodotto interessante che manca in commercio.

I marchi nel comparto dell’elettronica di consumo devono gestire correttamente numerose variabili per avere successo: esperienza dell’utente, stile, immagine del marchio, marketing e prezzi. Con tutti questi fattori che confluiscono in ogni singolo prodotto, serve necessariamente un sistema per la gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM) che supporti l’innovazione e lo sviluppo di nuovi prodotti.

Centric PLM™ aiuta i marchi dell’elettronica di consumo a gestire dati di vendita, comunicazione, file di progettazione e informazioni aggiornate sulla supply chain all’interno di un’unica piattaforma ottimizzata e completa. Continua a leggere per scoprire tutti i modi in cui Centric PLM sostiene l’innovazione a favore della crescita dell’azienda.

1. Sviluppare prodotti all’interno di un’unica fonte della verità 

L’introduzione e lo sviluppo di nuovi prodotti sono processi che ruotano attorno alle modifiche e richiedono il contributo di svariati team, dallo staff tecnico ai progettisti, fino agli addetti marketing. Questo significa solitamente che molti team lavorano sui dati contemporaneamente, ma svolgendo compiti differenti.

Con questo tipo di flusso e un numero altissimo di elementi in movimento, è facile incappare in imprecisioni e perdite di dati. Il PLM si propone come strumento fondamentale per conservare e presentare i dati in modo unificato e completo, rendendoli accessibili a tutti i team.

Una soluzione PLM consente di svolgere ogni tipo di attività, dalla pianificazione finanziaria della gamma all’individuazione di lacune nell’assortimento, dall’utilizzo di analisi sulla concorrenza alle scelte su specifici sviluppi e migliorie di prodotto. Tutte queste attività possono essere gestite in maniera trasparente, nello stesso luogo, con lo stesso set di dati.

Con team che lavorano da remoto, molti dei quali sparsi in tutto il mondo, un sistema PLM favorisce la collaborazione digitale, mettendo a disposizione un hub centralizzato che collega informazioni, sistemi aziendali e persone a un’unica fonte della verità fruibile.

Le informazioni vengono aggiornate in tempo reale, cosicché i dati sono sempre accurati e aggiornati, indipendentemente da chi vi accede e da dove. Questo strumento per la collaborazione digitale in cloud sostituisce migliaia di fogli di calcolo.

PLM helps New Product Development for Consumer Electronics

2. Gestire efficacemente prodotti guidati dalle preferenze dei consumatori 

Quando si parla di elettronica di consumo, non si tratta di schede madri e batterie, ma di prodotti di largo consumo che seguono l’andamento dello stile e della moda. Anche la tecnologia più avanzata deve presentare elementi di design per attirare e ispirare le persone che la utilizzeranno. L’iPhone è uno degli esempi più famosi in tal senso. Questo dispositivo si è preso tutti i meriti per aver rivoluzionato la tecnologia di comunicazione digitale, ma il primo smartphone fu introdotto da Nokia. Non aveva però le caratteristiche di design, usabilità e marketing dell’iPhone e non ebbe successo nel mercato di massa. Lungi dall’essere esclusivamente “utilitaristica”, l’elettronica di consumo deve tenere conto sia della funzione, sia della forma.

Tutti i PLM focalizzati sulla progettazione sono in grado di gestire distinte base (BOM) e di snellire i flussi di lavoro. Ma questo significa esattamente avere un approccio utilitaristico allo sviluppo. Centric PLM consente di gestire gli aspetti del design in modo molto più intuitivo. Ad esempio, se si produce un unico modello di cuffiette in cinque colori, con gli altri PLM si devono creare cinque diverse distinte, anche se l’unica differenza è il colore. Centric PLM è concepito per tenere conto di tutte queste variabili: basta una distinta di prodotto con un’opzione per la variante di colore. Risulta così più facile gestire grandi quantità di codici magazzino (SKU) e vaste palette cromatiche, oltre ad avere una migliore visibilità sulla gamma di prodotti.

3. Individuare facilmente le opportunità grazie a una migliore visibilità sull’assortimento di prodotti 

Un PLM completo offre la visibilità necessaria per visionare istantaneamente l’intero assortimento di prodotti, accedendo facilmente a tutte le informazioni correlate con un clic. Questa vista macro aiuta a capire meglio il mix di prodotti e individuare le aree dove sono necessari ulteriori sviluppi o investimenti. Avendo piena visione del panorama di prodotti, si potenziano le attività di sviluppo dei prodotti stessi, grazie alla possibilità di “vedere” concretamente nuove opportunità per l’ampliamento delle linee, di fare innovazione (prodotti di categoria equivalente con vantaggi o funzionalità migliori) e di perfezionare i prodotti esistenti per puntare a nuovi mercati o per riproporli a un parco clienti già esistente. Queste informazioni possono anche suggerire innovazioni “dirompenti” che normalmente non vengono colte, rispondendo a esigenze finora insoddisfatte grazie alla “visibilità approfondita” offerta da una soluzione PLM.

4. Acquisire dati di vendite e di mercato

L’innovazione è solo un aspetto dello sviluppo di nuovi prodotti. Ogni nuovo prodotto introdotto sul mercato racconta una storia che ha due facce della medaglia. Capire come funziona un prodotto è fondamentale per ottimizzarlo e realizzare future innovazioni. Porre domande come “i nostri nuovi prodotti cannibalizzano i prodotti di maggior successo?” e “quanto ci è costato portare sul mercato questa innovazione?” è un passaggio chiave del processo. Avere facile accesso a dati accurati nel PLM offre un percorso chiaro per i passi successivi. Questi dati aiutano a definire un contesto per le vendite e a capire se lo sviluppo di nuovi prodotti è un fattore di crescita o una fonte di ricavi. I dati all’interno del PLM possono aiutare a capire quale sarà la prossima innovazione, in base alle prestazioni, al costo dei prodotti venduti e ai ricavi ottenuti. Volete aggiungere una finitura in più alla cassa Bluetooth o aggiornare la linea di cuffiette con una gamma cromatica metallizzata? I dati storici forniti dal PLM forniranno indicazioni utili.

Conclusioni

Innovazione e sviluppo di nuovi prodotti non nascono solo da “intuizioni fulminanti”. Un’innovazione strategica che punta a sostenere la crescita del portafoglio di prodotti ha bisogno di dati accurati per fare le scelte giuste. Quando si valutano le funzionalità di gestione dei dati, è importante porsi alcune domande fondamentali. Utilizzate analisi approfondite per decidere dove fare innovazione? Siete in grado di misurare l’innovazione in modo preciso?  Centric PLM & QMS for Consumer Electronics può aiutare le aziende non solo a essere più innovative, ma a orientare strategicamente lo sviluppo di nuovi prodotti per ottenere la massima crescita.

Share this article